Menu

Premio Alfieri del Lavoro, boom di domande per il 2018

I migliori studenti d’Italia ambiscono a diventare “Alfieri del Lavoro”. Oltre 2.500 le domande di partecipazione all’edizione 2018 del Premio istituito dalla Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro. Sono più di 600 rispetto allo scorso anno le candidature trasmesse dai dirigenti delle scuole superiori di tutto il Paese, invitati a segnalare i loro migliori studenti, uno per ogni indirizzo di studio attivato dall’istituto.

Tra i requisiti richiesti ai candidati che conseguiranno il diploma nell’anno scolastico 2017/2018, la licenza media con la votazione minima di 9/10 e una media di 8/10 per ciascuno dei primi quattro anni della scuola superiore. Il voto richiesto all’esame di Stato dovrà essere pari a 100/100 e  ogni scuola potrà indicare gli studenti con la media più alta fra quelli iscritti all’ultimo anno di corso, nonché quelli che hanno chiesto di poter sostenere l’esame in anticipo “per merito”.

La cerimonia di consegna della medaglia del Presidente della Repubblica ai 25 migliori studenti d’Italia avverrà presso il Palazzo del Quirinale in occasione della consegna delle onorificenze ai 25 neo Cavalieri del Lavoro nominati dal Presidente della Repubblica. Dal 1961, anno dell’istituzione del Premio da parte della Federazione in occasione delle celebrazioni per il Centenario dell’Unità d’Italia, sono stati designati 1.431 Alfieri del Lavoro.

I candidati al Premio, non residenti a Roma e provincia, potranno inoltre partecipare alle prove di ammissione al Collegio Universitario dei Cavalieri del Lavoro “Lamaro Pozzani” che, ospitando gratuitamente gli studenti delle università romane e offrendo loro un percorso formativo d’eccellenza, rappresenta la testimonianza più significativa dell’impegno culturale e sociale dei Cavalieri del Lavoro.