Menu

Roth: “Imprenditori e studenti, oltre metodo e profitto contano i valori”

Milano 24.05.2017

L’impegno negli studi e la responsabilità d’impresa al centro della presentazione, a Milano, del Premio “Alfieri del Lavoro” – Medaglia del Presidente della Repubblica, istituito dalla Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro e destinato ogni anno ai 25 migliori studenti d’Italia.

Si è svolto all’Auditorium di Assolombarda, il 23 maggio scorso, “Ripartire dai giovani: investire in formazione e innovazione”, l’incontro dei Cavalieri del Lavoro della Lombardia, presieduto da Luigi Roth, con gli studenti della regione, e i loro dirigenti scolastici, interessati a partecipare al Premio.

“Se siete qui  – ha detto Roth alla platea – è certamente perché siete bravi, intelligenti, perché avete metodo nello studio e siete tenaci. Caratteristiche fondamentali ma non sufficienti: ci sono altre cose molto importanti, come i valori. I Cavalieri del Lavoro – ha aggiunto – hanno raggiunto traguardi professionali e personali importanti e si sono impegnati a comunicare ai giovani i valori che li hanno guidati fin qui”.

Ricordando lo slogan del Gruppo, “Creare valore al di là del profitto”, Roth si è soffermato sul tema della responsabilità sociale d’impresa. “Non è un concetto – ha aggiunto – legato soltanto al mondo dell’impresa: un’organizzazione diventa più ricca se considera anche gli effetti del proprio lavoro sulla collettività. E le organizzazioni, se investono nella formazione e assumono giovani, producono valore”.

All’incontro sono intervenuti, tra gli altri, il Cav. Lav. Linda Orsola Gilli, presidente della Commissione per le attività di formazione della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, Chiara Manfredda, responsabile Area sistema formativo e capitale umano di Assolombarda, Sebastiano Maffettone, coordinatore del Comitato scientifico del Collegio Universitario dei Cavalieri del Lavoro “Lamaro Pozzani”, e Piero Polidoro, ricercatore in Semiotica della LUMSA di Roma e laureato del Collegio, oltre a due studenti ospiti del “Lamaro Pozzani”, che hanno raccontato la propria esperienza nella struttura universitaria dei Cavalieri del Lavoro.