Menu

La Fondazione Sorgente Group sostiene il progetto “Rendering Revolution”

Nasce dall’incontro tra tecnologia digitale, musica d’autore, video, danza e pittura il progetto “Rendering Revolution”, ideato dal compositore e direttore d’orchestra Stefano Mainetti e sostenuto dal Cav. Lav. Prof. Valter Mainetti attraverso la Fondazione Sorgente Group.

Al centro dell’opera la musica, lo spazio e la stimolazione sensoriale creata dall’integrazione tra armonia e melodia, arte pittorica tridimensionale e danza.

Lo spettatore, partendo dal centro di un percorso dove è presente un quintetto di violoncelli che esegue un tema centrale, viene accompagnato lungo quattro corridoi, al termine di ciascuno dei quali lo attende la proiezione di un’opera d’arte, arricchita dalle evoluzioni di due ballerini.

Man mano che lo spettatore si avvicina all’opera, il tema musicale cambia: il dipinto “Prove Di Tango” di Patrizio De Magistris è accompagnato da una melodia tipica della danza argentina, note rarefatte si attivano in prossimità di “Carceri d’Invenzione” di Giambattista Piranesi; un ritmo energico segue la proiezione di “Guernica” di Pablo Picasso, mentre melodie di più ampio respiro si aprono con “Violon et Compotier” di Georges Braque. A unire il tema centrale a quelli abbinati alle opere è il violoncello suonato dal maestro Luca Pincini, mentre i temi delle stanze sono eseguiti da un’orchestra di sessanta elementi.

Il percorso è, così, una fusione tra diverse forme d’arte per un processo in cui il risultato è superiore alla somma delle sue parti, dove ogni componente, musica, danza e pittura concorre a produrre un risultato di realtà aumentata che coinvolge lo spettatore sollecitandolo sul piano multisensoriale.

 

Il video di presentazione del progetto