Menu

Inaugurazione dell’anno accademico del Collegio, D’Amato: “Più Europa e un’Italia all’altezza del suo ruolo”

Roma 27.10.2016

“E’ stato un errore aver trascurato il Mediterraneo per concentrarsi solo sui Paesi del Nord Europa”, lo ha detto Pier Ferdinando Casini, presidente della commissione Affari esteri del Senato, intervenendo, giovedì 27 ottobre, alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2016/2017 del Collegio Universitario dei Cavalieri del Lavoro “Lamaro Pozzani”. Il senatore ha poi sottolineato le tante cause che sono dietro il fenomeno dell’emergenza emigrazione: “Ci vorrebbe un Piano Marshall per il Mediterraneo –ha aggiunto – per diminuire le diseguaglianze nella distribuzione della ricchezza  e garantire uno sviluppo dell’intera area”. Infine, Casini ha ricordato che nel 1950 l’Europa rappresentava il 45 per cento del Pil mondiale, mentre oggi è al 25 per cento eppure, “secondo un recente sondaggio – ha spiegato – alle persone non piace un’Europa attenta solo ai decimali, ma è anche convinta che i problemi possano essere risolti solo dall’Unione europea”. Concetto ribadito anche dal Presidente della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, Antonio D’Amato: “C’è bisogno di più Europa, ma anche di un’Italia che sappia svolgere il suo ruolo di partner fondatore dell’Ue”.

Alla cerimonia, sono intervenuti, tra gli altri, Linda Orsola Gilli, Presidente della Commissione per le Attività di Formazione della Federazione, e Stefano Semplici, Direttore scientifico del Collegio, che alla fine dei lavori ha consegnato i riconoscimenti alle matricole.

 

La registrazione dell'evento

Antonio D'Amato, Presidente della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro

Linda Orsola Gilli, Presidente della Commissione per le attività della formazione (Cavalieri del Lavoro)

Pier Ferdinando Casini, Presidente della commissione Affari Esteri del Senato