Menu

Paola Togni

Nata a Serra San Quirico (Ancona) nel 1958
Nominata Cavaliere del Lavoro il 31 05 2021
Numero brevetto 2950
Settore Industria
Regione di nomina
Marche
Attività
Industria alimentare, bevande
Profilo
È presidente e amministratore delegato di Togni SpA, fondata dal padre negli anni Cinquanta come azienda vinicola ed oggi attiva nel settore degli spumanti, delle acque minerali e della birra artigianale. Dopo un master in management, nel 1980 entra nell’area amministrativa e finanziaria dell’impresa per diventarne nel 2001 amministratore delegato e dal 2020 anche presidente. Fin dai primi anni consolida il posizionamento nel segmento delle acque minerali partecipando alle acquisizioni delle marchigiane Fonti del Furlo Srl e Fonti di Frasassi Srl e sostenendone l’ingresso nel settore del PET allora considerata la nuova frontiera tecnologica. Nel 1997 contribuisce alla riorganizzazione delle attività produttive delle acque minerali con l’accorpamento e la produzione dell’acqua in vetro nello stabilimento di San Cassiano di Fabriano (An). A partire dal decennio successivo sviluppa un processo di crescita aziendale che la porta a rilevare il marchio di acqua minerale “GocciaBlu”, destinato alla produzione di acqua in PET per il mercato horeca, marchio che negli anni successivi sarà esteso anche alla produzione di acqua Seltz, ad acquisire la Casalfarneto Srl, azienda agricola marchigiana attiva nel settore dei vini e del verdicchio in particolare, e ad entrare nel capitale di Fabbrica della Birra - Tenute Collesi Srl, guidando l’ingresso della Togni SpA nella produzione di birre artigianali e distillati. Sempre alla ricerca dell’eccellenza, nel 2018 viene costituita in “Franciacorta” la Centinari Srl, azienda a totale controllo Togni, con lo scopo di entrare nella produzione di spumanti a metodo “classico” in una zona tra le più vocate d’Italia. Oggi l’azienda è presente nel settore delle acque oligominerali con i marchi “Frasassi”, “San Cassiano”, “Gocciablu”, “Gaia” e “Fonte Elisa”, in quello degli spumanti con i marchi “Rocca dei Forti” e “Centinari” e nel mercato delle birre artigianali con i brand “Collesi” e “Terza Rima”. Significativo il successo dello spumante “Rocca dei Forti” che, in poco più di 50 anni di storia, nel 2019, ha raggiunto, con una quota di mercato del 6,8% a quantità, la posizione di leader nazionale nel canale della grande distribuzione organizzata. Opera con tre stabilimenti nell’anconetano, di cui due per l’imbottigliamento delle acque minerali a Genga e San Cassiano di Fabriano e uno per la produzione di spumante a Serra San Quirico. Attualmente imbottiglia 3,3 milioni di ettolitri di acqua minerale, produce oltre 13 milioni di bottiglie di spumante e un milione di bottiglie di birra artigianale arrivando complessivamente a fatturare oltre 55 milioni di euro. Con un export dell’8% commercializza le sue produzioni in 48 paesi. Nel giro di pochi anni i livelli occupazionali sono aumentati da 84 a 120 unità oltre ad un notevole indotto. Costante l’impegno a favore della sostenibilità ambientale. Nel 2011 è stato realizzato un impianto fotovoltaico per la produzione di energia pulita al servizio dello stabilimento di Genga. Nel 2019 la Togni si è dotata della Environmental Product Declaration (Epd), una certificazione volontaria attestante le iniziative di efficientamento energetico e di consumo. Attualmente parte della produzione di acqua minerale prevede l’impiego di PET riciclato nella misura del 50% con l’obiettivo di estenderlo, nel giro di breve, al 100%. Da sempre attenta al territorio sostiene iniziative di beneficenza a favore delle comunità locali e di aiuto alle popolazioni in occasione delle catastrofi naturali collaborando con la Protezione Civile locale.
Cariche ricoperte
Presidente e Amministratore Delegato Togni SpA
SCARICA L'APP