Menu

Giampiero Fedele

Nato a Brescia nel 1955
Nominato Cavaliere del Lavoro il 31 05 2021
Numero brevetto 2938
Settore Industria
Regione di nomina
Puglia
Attività
Industria automobilistica
Profilo
Dal 1986 è amministratore unico di Lasim SpA, azienda di famiglia attiva nella produzione di componentistica e di lamierati per l’automotive. Nato a Brescia, consegue la laurea in economia e commercio presso l’Università di Parma nel 1978. Subito dopo, si trasferisce a Lecce per gestire la Lasim SpA, azienda fondata dal padre e allora attiva nella produzione di articoli per l’edilizia. Fin dai primi anni rilancia l’impresa attraverso investimenti negli impianti produttivi e ne diversifica la produzione nei settori dello stampaggio, taglio laser, saldatura e assemblaggio di lamiere. Parallelamente avvia rapporti commerciali con Alfa Romeo e in seguito con Fiat per la fornitura di stampati e assemblati per diversi modelli, tra cui Alfa Sud, Alfa 33 Berlina e Station Wagon, Ducato, Daily Iveco. Dalla prima metà degli anni Novanta sviluppa il percorso di crescita dell’azienda e realizza investimenti per il potenziamento della produzione attraverso l’acquisto di un secondo stabilimento a Lecce. Negli stessi anni avvia nuove linee produttive per la componentistica automotive e installa nello stabilimento Lasim 2 un innovativo sistema di presse per lo stampaggio di lamiere in grado di realizzare oltre 32.000 unità al giorno. Successivamente perfeziona gli standard di produttività e di qualità attraverso la realizzazione di una saldatura di lamiere di spessore diverso con raggio laser in grado di produrre un unico pezzo con differenti livelli di resistenza all’urto, a seconda della sollecitazione a cui la singola parte è soggetta. Nel 2019 avvia la realizzazione di un terzo stabilimento di 5 mila metri quadrati, denominato Alu Lasim, in cui, attraverso la presenza di 50 robot altamente automatizzati e nuove presse e servopresse da oltre 2 mila tonnellate, introduce processi di stampaggio e di assemblaggio di componenti in alluminio. Oggi l’azienda investe annualmente in innovazione di processo e di prodotto circa il 12% del fatturato ed è tra i fornitori di case automobilistiche quali Stellantis, Bentley e Porsche. Con quattro linee di saldatura laser tra le più grandi d’Europa, cinque presse fino a 2.500 tonnellate, 11 linee di stampaggio tradizionali con 20 presse convenzionali da 200 a 1.000 tonnellate, 21 isole di saldatura con 50 robot e quattro sale metrologiche, opera attraverso tre stabilimenti produttivi a Lecce di 35 mila metri quadrati su una superficie complessiva di 135 mila metri quadrati, un magazzino automatizzato ad Atessa di 2.500 metri quadrati e un ufficio tecnico a Torino. Ha una capacità produttiva annuale di 25 milioni di pezzi lastrati, 47 milioni di pezzi stampati eseguiti in oltre 20 isole robotizzate e cinque milioni di saldature laser di lastre multi spessore. Realizza un fatturato di 80 milioni di euro l’anno e occupa 330 dipendenti. Ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra i quali, nel 2019 l’Emea Award e nel 2020 il “Premio Industria Felix - l’Italia che compete” per essersi distinto tra le imprese top per performance gestionali e di affidabilità finanziaria. Impegnato anche a livello associativo, è stato prima componente della Giunta di Confindustria Lecce e, poi, membro del Consiglio generale e nel 2020 è stato riconfermato dalla Sezione Metalmeccanica per il quadriennio 2020/2024 quale componente del Consiglio generale dell’Associazione. Sostiene strutture sanitarie e molteplici centri di ricerca oncologici.
Cariche ricoperte
Amministratore Unico Lasim SpA
SCARICA L'APP