Menu

Guido Maria Barilla

Nato a Milano nel 1958
Nominato Cavaliere del Lavoro il 30 05 2019
Numero brevetto 2879
Settore Industria
Regione di nomina
Emilia-Romagna
Attività
Industria alimentare
Profilo
È presidente del Gruppo Barilla, azienda di famiglia leader mondiale nel mercato della pasta, leader europea nei sughi pronti e in Italia nei prodotti da forno. Dopo gli studi in filosofia, nel 1982 inizia a lavorare presso il dipartimento vendite di Barilla France, consociata dell’azienda di famiglia fondata a Parma nel 1877, per poi compiere diverse esperienze lavorative in alcune aziende alimentari negli Stati Uniti. Rientrato in Italia nel 1986, assume la carica di vice presidente di Barilla G. & R. F.lli SpA nel 1988 e nel 1993, in seguito alla scomparsa del padre, viene nominato presidente, fino ad assumere nel 2003 l’incarico di presidente del Gruppo. Dalla prima metà degli anni Novanta sviluppa insieme ai fratelli il percorso di internazionalizzazione con la costituzione nel 1994 delle consociate Barilla America e Barilla Switzerland. L’azienda procederà nel 1996 con l’acquisizione, del marchio di pasta turco Filiz e nel 1997 con l’apertura di filiali in Austria, Regno Unito, Scandinavia, Brasile, Messico, Giappone e Australia. Il processo di espansione sui mercati esteri sarà ampliato tra il 1999 e il 2007 attraverso la realizzazione di due stabilimenti produttivi negli Stati Uniti. Negli stessi anni si consolida la presenza del Gruppo nel settore dei prodotti da forno con le acquisizioni dei marchi stranieri Wasa, società svedese leader mondiale nei pani croccanti, e Lieken-Kamps in Germania. Nonostante la forte espansione all’estero, le radici della Barilla rimangono tuttavia profondamente in Italia, nel 2009 si inaugura a Pedrignano il nuovo Mulino per il grano duro, il più grande in Europa, e nel 2012 viene aperto a Rubbiano il nuovo stabilimento sughi, tecnologicamente avanzato, sostenibile e ad alto potenziale. Dal 2014 il Gruppo avvia un nuovo pastifico a Solnechnogorsk in Russia, apre nuovi uffici in Cina, nel 2015 inaugura a Châteauroux il più grande stabilimento per prodotti da forno in Francia e prosegue nel 2016 anche il piano di espansione in Brasile, Medio Oriente e Russia. Nello stesso anno l’azienda avvia la sigla di contratti di filiera pluriennali con oltre 5.000 aziende agricole italiane per il rispetto di disciplinari di qualità di coltivazione e, a partire dal 2017, ha previsto un miliardo di euro di investimenti da realizzarsi nei successivi 5 anni, per sostenibilità ambientale e innovazione tecnologica. Oggi l’azienda Barilla, attraverso 28 stabilimenti produttivi, di cui 14 in Italia e 14 all’estero, ha una capacità produttiva di 1 milione e novecentomila tonnellate di prodotti alimentari l’anno. Con una quota di mercato mondiale del 23,5% nel settore della pasta, dell’11,8% nel segmento dei sughi e del 30,5% in quello dei prodotti da forno, è presente sul mercato con i marchi Barilla, Voiello, Mulino Bianco, Gran Cereale, Pan di Stelle, Harrys, Pavesi, Wasa, Filiz, Misko e Yemina e Vesta. L’export è pari al 54% del fatturato, che nel 2018 ha raggiunto i 3.483 milioni di euro, ed occupa 8.427 dipendenti, di cui oltre 4.000 in Italia. Fortemente orientato ai temi della sostenibilità alimentare e ambientale nel 2009 fonda “Barilla Center for Food & Nutrition”, oggi Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition, un centro di analisi e di studio diretto ad approfondire i temi dell’alimentazione su scala globale. Sotto la sua guida la Fondazione ha promosso la “Doppia piramide”, un modello per guidare le scelte alimentari in funzione della sostenibilità dei cibi ed ha elaborato nel 2014 il “Protocollo di Milano”, un documento nel quale sono indicate le linee guida per raggiungere una maggiore sostenibilità alimentare e combattere la fame, l’obesità e lo spreco del cibo. È impegnato anche a livello associativo come componente del Board of Directors di “The Consumer Forum” e membro di European Round Table of Industrialists. Sul territorio l’azienda sostiene diverse iniziative a favore delle comunità locali, in particolare nella ricostruzione di strutture di uso pubblico nelle zone colpite dal sisma del 2009 e del 2012. Tra i riconoscimenti ricevuti, nel 2004 l’IMD Global Family Business Award per la miglior impresa familiare, nel 2006 il Reputation Institute Award per l’azienda con la migliore reputazione al mondo e nel 2016 il Premio Guido Carli per le eccellenze italiane.
Cariche ricoperte
Presidente Barilla G. e R. Fratelli SpA
Presidente Barilla Iniziative SpA
Presidente Fondazione Barilla for Food & Nutrition
SCARICA L'APP