Menu

Alberto Bombassei

Nato a Vicenza nel 1940
Nominato Cavaliere del Lavoro il 31 05 2004
Numero brevetto 2505
Settore Industria
Regione di nomina
Lombardia
Attività
Industria metalmeccanica
Profilo
La sua carriera inizia nel 1961, quando insieme al padre e allo zio fonda la Brembo. Dal 1964, Brembo inizia a produrre i primi dischi freno italiani destinati all’Alfa Romeo. In poco tempo Brembo raggiunge la leadership in Europa nel segmento dei sistemi a disco nelle motociclette, ma la consacrazione avviene nel 1975, quando Enzo Ferrari affida alle cure dell’azienda bergamasca la vettura più prestigiosa della F1. Nel 1983, in un’ottica di crescente internazionalizzazione, concorda l’ingresso nel capitale sociale della Kelsey-Hayes, gruppo multinazionale statunitense, assumendo nel 1984 la carica di amministratore delegato. Nel 1993, al termine di questa joint venture, viene eletto presidente di Brembo SpA, mantenendo la carica di amministratore delegato. Nel 1995 quota l’azienda alla Borsa Valori di Milano. La crescita di Brembo non si arresta, tanto che dai 28 dipendenti dei primi anni ’60 si è passati agli oltre 9.000 di oggi, con una presenza globale in 70 diversi paesi del mondo. Nel 2003 fonda il Parco Scientifico e Tecnologico Kilometro Rosso, campus ispirato alla multisettorialità e all’interdisciplinarietà che valorizza il dialogo tra cultura accademica, imprenditoriale e scientifica. Nel febbraio 2013 viene eletto per Scelta Civica con Monti alla Camera dei Deputati, dove è componente della X Commissione Attività produttive, Commercio e Turismo. Nel giugno 2017 viene nominato membro del Consiglio direttivo di Assonime, l’associazione fra le società italiane per azioni. Dal 2016, è membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Italia Cina, e dell’ISPI - Istituto per gli Studi di Politica Internazionale. Ha ricoperto la carica di vice presidente di Confindustria per le Relazioni Industriali, Affari Sociali e Previdenza dal 2004 al 2012, e di presidente di Federmeccanica dal 2001 al 2004. Nel luglio 2017, entra a far parte dell’Automotive Hall of Fame, la più alta onorificenza dell’industria automobilistica mondiale, riservata a coloro che hanno avuto un impatto determinante e un’influenza positiva sul mondo dell’auto. Nel dicembre 2014, gli è stata consegnata l’onorificenza di Commendatore dell’Ordine Reale di Isabella la Cattolica dall’Ambasciatore di Spagna in Italia, per il suo straordinario comportamento civile che ha contribuito alla promozione di relazioni di amicizia tra la Spagna e l’Italia. Nel 2003 l’Università degli Studi di Bergamo gli ha conferito una laurea honoris causa in ingegneria meccanica, e nel 2010 gli è stato assegnato un master h.c. in strategie per il business dello sport dall’Università Ca’ Foscari di Venezia. Nel corso degli anni ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti, tra cui si ricordano i più significativi: il “Premio Leonardo”, consegnatogli dal Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella nel marzo 2017, per il suo significativo contributo alla promozione dell’Italia nel mondo; il premio “Tiepolo 2012” assegnatogli dalla Camera di Commercio e Industria italiana per la Spagna e dalla Camera di Commercio e Industria di Madrid per lo sviluppo delle relazioni tra Spagna e Italia. Sempre nel 2012 gli è stato conferito il premio Ernst & Young “L’Imprenditore dell’Anno 2012”; nel 2003 ha ricevuto il Premio Leonardo “Qualità Italia” dal Presidente della Repubblica Ciampi, per aver portato il made in Italy nel mondo.
Cariche ricoperte
Presidente Brembo SpA
Fondatore e Presidente Parco Scientifico e Tecnologico Kilometro Rosso