Menu

Edo Benedetti

1922 - 2012
Nominato Cavaliere del Lavoro il 01 06 2001
Numero brevetto 2431
Settore Attività creditizia e assicurativa
Regione di nomina
Trentino-Alto Adige
Attività
Assicurazioni
Profilo
Dopo aver assunto, dal febbraio 1949 e per 25 anni, il ruolo di direttore generale per le attività economiche della neo costituita Regione Autonoma Trentino-Alto Adige e aver poi ricoperto ripetuti incarichi di responsabilità in società finanziarie e bancarie fra cui la vice presidenza vicaria e, successivamente, la presidenza della Banca di Trento e Bolzano SpA, entrò nel 1972 nel settore assicurativo quale consigliere di amministrazione dell'ITAS Mutua - Istituto Trentino Alto Adige per Assicurazioni - la più antica Compagnia di Assicurazioni che opera in Italia, la cui origine risale al 1821. Vice presidente di ITAS Mutua nel 1978, ne assunse la presidenza nel 1979 unitamente alla presidenza delle varie Società controllate. Nel 2001 venne designato amministratore unico della neo costituita ITAS Holding Srl, Società finanziaria del Gruppo Assicurativo nonché, nel 1992, componente del Beirat del Gruppo Assicurativo Tedesco HDI/Hannover Rückversicherung AG, allora partecipato da ITAS. Nel 2009, dopo trent'anni in continuità al vertice dell'ITAS, lasciò tale incarico e venne eletto, per acclamazione, presidente onorario con l'affidamento di presiedere alla realizzazione della nuova Sede ITAS in Trento. Dal 1943 al 1945 partecipò, quale volontario con il grado di Sottotenente, alla guerra di liberazione con il primo raggruppamento costituitosi dopo l'8 settembre aggregato alla 5a Armata alleata. Per questo fu insignito della cittadinanza onoraria di Mignano Monte Lungo e di Legnano. Fu animatore nel mondo dello sport di varie iniziative per le quali ricevette prestigiosi riconoscimenti. Nel 1963 promosse la costituzione in Italia dell'Associazione Nazionale Villaggi SOS, istituzione umanitaria internazionale che opera in 262 paesi a favore di bambini in stato di abbandono o di difficoltà familiari. Di questa organizzazione fu a lungo rappresentante dell'Italia nel Senatus. Fu eletto nel 1952 consigliere comunale di Rovereto, dove negli anni 1977/78 fi Commissario Governativo. Dal 1964 al 1975 fu sindaco di Trento.