Menu

Renato Crotti

1921 - 2015
Nominato Cavaliere del Lavoro il 02 06 1974
Numero brevetto 1809
Settore Industria
Regione di nomina
Emilia-Romagna
Attività
Industria tessile
Profilo
Iniziò la sua attività nel campo della maglieria nell'immediato dopoguerra, contraendo un debito di 300.000 lire con la Banca Popolare di Modena, garantito dai genitori titolari di un negozio di filati. Nel 1948 fondò la SILAN-Società di Importazione Lane, che assunse ben presto un ruolo fondamentale nel settore nazionale e internazionale della maglieria. Nel giro di vent'anni riuscì a costituire un gruppo di rilevanti dimensioni (1.360 dipendenti). Divenne socio di riferimento in aziende negli Usa. Negli anni 1972-1973 realizzò a Varsavia, per conto del governo polacco, uno stabilimento divenuto la prima industria tessile di quel paese. Cercò sempre di coniugare la sua professione di imprenditore con l'impegno civile. Famosi sono stati i viaggi nei paesi dell'Europa dell'Est - chiamati 'Tavole rotonde ambulanti' - da lui organizzati e finanziati, nel 1962-1964, per centinaia di persone. Fondò due testate, 'Tuttocarpi' e 'Tuttomodena', punto di riferimento per la cultura e il costume locale. Raccontò le sue esperienze di imprenditore in un libro autobiografico 'In attesa di un pullman', al quale sono seguiti 'Il teorema della Padrona di casa e della Colf' e 'Riflessioni per riflettere'. Questi libri, riveduti e aggiornati, sono stati raccolti in un unico volume dal titolo: 'Una crepa nel muro', pubblicato nel mese di ottobre 2008. Nel febbraio 2004 ha diede alle stampe '@gorà on line' che può essere definito il primo libro telematico pubblicato in Italia. Nel luglio 2009 ricevette il 'Premio Internazionale alla Libertà', istituito da Società Libera sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica.