Menu

Guglielmo Marconi

1874 - 1937
Nominato Cavaliere del Lavoro il 26 10 1902
Numero brevetto 81
Settore Industria
Regione di nomina
Emilia-Romagna
Attività
Industria telecomunicazioni
Profilo
La straordinaria invenzione di Marconi fu l'utilizzazione delle oscillazioni elettriche per trasmettere, senza fili, a distanza un segnale qualsiasi regolarmente registrabile. La storia dell'umanità è stata profondamente segnata da questa scoperta che il giovanissimo Marconi ebbe confermata negli esperimenti del 1896 a Pontecchio (vicino a Bologna). Sviluppò la sua idea di impiegare le onde hertziane per trasmettere segnali a distanza, combinando genialmente elementi scientifici, tecnologici, imprenditoriali ed economici. Con le sue rudimentali esperienze di autodidatta, appena ventenne, riuscì ad ottenere risultati di valore eccezionale che furono impiegati in vari campi: dalla radiotelegrafia alla radiofonia, dalla televisione al radar, dalle applicazioni industriali e medicali alla radioastronomia. Nel 1909, per i suoi successi nelle comunicazioni radio, fu insignito del premio Nobel per la fisica. Come presidente del Consiglio nazionale delle ricerche e dell'Accademia d'Italia svolse un ruolo di cruciale importanza per il decollo della scuola di Fermi, al quale garantì spazi istituzionali e copertura politica per fare ricerca.