Menu

Giovanni Battista Pirelli

1848 - 1932
Nominato Cavaliere del Lavoro il 10 07 1902
Numero brevetto 73
Settore Industria
Regione di nomina
Lombardia
Attività
Industria gomma
Profilo
Nel 1870, dopo l'esperienza di volontario, si laureò in ingegneria al politecnico di Milano. Con il premio Kramer poté compiere un viaggio di perfezionamento all'estero, per studiare la lavorazione del caoutchouc. Nel 1873 fondò a Milano, fuori Porta Nuova, il primo stabilimento per la lavorazione della gomma elastica, del tutto sconosciuta in Italia: la Pirelli & C. Nel 1880 cominciò a produrre anche i conduttori elettrici isolati. Aggiunse poi i cavi telegrafici sottomarini, aprendo un'officina a S. Bartolomeo di La Spezia. Nel 1888 iniziò la fabbricazione dei pneumatici per bicicletta prima, per automobile poi. Superate le difficoltà iniziali, avviò, parallelamente allo sviluppo industriale, lo sviluppo commerciale, creando filiali in Italia e all'estero. Alla Pirelli & C. subentrò la Società Italiana Pirelli, che dai 40 operai e 5 impiegati del 1873 passò, prima del 1921, ai 10.000 operai e 1.000 impiegati. Fu presidente della Confederazione dell'industria alla sua costituzione e membro del Consiglio superiore del lavoro. Nel 1909, su proposta di Giolitti, fu nominato senatore.