Menu

Gaetano Marzotto

1820 - 1910
Nominato Cavaliere del Lavoro il 21 12 1902
Numero brevetto 100
Settore Industria
Regione di nomina
Veneto
Attività
Industria tessile
Profilo
A 22 anni prese il posto del fratello maggiore Francesco che nel 1839 aveva sostituito il padre, ormai prossimo alla settantina, nella direzione di una ditta della quale, come si legge in un'annotazione di contabilità familiare, non si facevano "bilanci annuali regolari, poca essendo la sostanza e piccolo il progresso". Il capitale era quasi nullo, gli operai pochissimi. Ma il giovane Gaetano non si scoraggiò. Era ambizioso, innovatore. Pur non avendo molta istruzione, introdusse il telaio meccanico e sistemi di colorazione chimica nuovi e più efficaci. Nemmeno per la nascita dei nove figli rallentò il ritmo. Nella fabbrica di Valdagno veniva rispettata una rigida disciplina. Fu il primo autore della spettacolare crescita della piccola azienda. Nel 1842 la fabbrica contava pochi e antiquati telai e circa trenta operai. Nel 1860 gli operai erano 400 e le macchine per la tessitura tra le più moderne. Nel 1869, nonostante la riduzione momentanea della produzione, trasportò la fabbrica in nuovi e più ampi locali, contribuendo allo sviluppo economico della vallata. Fu eletto deputato per 4 legislature.