Menu

Aristide Staderini

1845 - 1921
Nominato Cavaliere del Lavoro il 08 12 1904
Numero brevetto 193
Settore Industria
Regione di nomina
Lazio
Attività
Industria tipografica
Profilo
A 18 anni, per la morte del padre, si trovò a capo della famiglia e costretto a provvedere al suo mantenimento con il modesto negozio di libri. Il padre aveva aperto una piccola officina per legatura e aveva tentato anche l'editoria con un periodico di cultura "Il Didascalico". Per la sua buona preparazione nella rilegatura e conoscenza dei libri antichi, ottenne il diploma di legatore dall'Università dei librai di S. Barbara. Dal 1863, per le considerazioni in cui era tenuto negli ambienti governativi, gli fu concessa anche la facoltà di vendere e tenere libri proibiti. Fu chiamato a ordinare la Biblioteca Nazionale "Vittorio Emanuele II", fondata in quegli anni. Studiò un sistema di schedario, trasformando razionalmente il vecchio tipo francese. Il metodo si diffuse in Italia e all'estero. Ammodernò intanto la piccola officina. Realizzò in grandi partite legature artistiche. Dopo l'appalto per la fornitura di scatole alla Manifattura dei tabacchi, iniziò anche la lavorazione dei cartonaggi in un locale del Palazzo Doria. Riunì poi le due attività nello stabilimento acquistato da G.B. Miliani