Menu

Carla Cecconi Braccialini

Nata a Firenze nel 1931
Nominata Cavaliere del Lavoro il 29 05 2009
Numero brevetto 2631
Settore Industria
Regione di nomina
Toscana
Attività
Pelletteria
Profilo
Braccialini SpA è una delle più note realtà industriali del settore. L’azienda, con 200 dipendenti, ha un fatturato di 70 milioni ed esporta oltre il 60% del fatturato in oltre 60 paesi attraverso una rete di oltre 1.500 punti vendita multimarca e 50 monomarca. Le origini della Braccialini risalgono al 1954, con un piccolo laboratorio artigianale nel centro di Firenze, avviato da lei assieme al marito Roberto. L’inizio è passato dalla lavorazione della paglia assieme alla pelle unendo per la prima volta le due importanti tradizioni manifatturiere del settore degli accessori. Negli anni ’70 la Braccialini diventa una vera e propria pelletteria, con borse ed accessori moda originali, caratterizzate da originalità, colore, forme e lavorazioni uniche nel settore (patchwork, ricami, etc…). Nel 1976, alla scomparsa del marito Roberto, prende le redini dell’azienda e negli anni ’80 realizza alcuni fra i modelli più conosciuti (e copiati) del settore che ottengono successo nei principali mercati (Germania, Giappone, Usa). Nel 1990 assume la carica di presidente ed apre la prima boutique monomarca proprio a Firenze. Nel 2000 lascia la gestione operativa ai figli pur continuando ad occuparsi dello stile, creando i famosi modelli “a tema”, conosciuti nel mondo e promuovendo l’immagine dell’azienda nel mondo. Nel 2007 la Braccialini acquisisce il 100% di Dadorosa Srl (poi incorporata nella Braccialini) che gestisce la più antica pelletteria d’Italia, Gherardini, nota in tutto il mondo per il famoso “monogram” ed alcune borse icona senza tempo. Nel corso degli anni la Braccialini sviluppa, attraverso accordi in licenza, altre categorie merceologiche a marchio Braccialini come gli ombrelli, orologi, profumi, scarpe, abbigliamento e foulard. Viaggiatrice instancabile, è da anni impegnata in opere sociali e di beneficienza, ha promosso diverse iniziative a favore dei dipendenti (a seguito dell’aperture della nuova sede di Scandicci), il restauro di monumenti, ha sostenuto progetti di Unesco e WWF Italia. L’ultima iniziativa a favore di una onlus (Busajo) dedicata ai bambini di strada in Etiopia. Nel giugno del 2012 ha ricevuto, dalla Fondazione Bellisario, il premio della Mela d’Oro alla carriera. Dagli inizi del 2017 si è ritirata a vita privata.