Menu

Stefania Brancaccio

Nata a Napoli nel 1949
Nominata Cavaliere del Lavoro il 29 05 2009
Numero brevetto 2628
Settore Industria
Regione di nomina
Campania
Attività
Industria metalmeccanica
Profilo
Laureata in lettere e filosofia presso l’Università Federico II di Napoli e specializzata in psicopedagogia dell’età evolutiva presso il Magistero di Torino, è vice presidente della Società Coelmo SpA, società produttrice di gruppi elettrogeni industriali e marini. Con tre stabilimenti, in Campania, uffici di rappresentanza in Europa e Medioriente e distributori nei maggiori paesi del mondo, Coelmo ha una produzione che supera le 2.000 unità annue, più di 100 persone occupate fra dipendenti e indotto, un fatturato di 30 milioni di euro annuo. Ricopre la carica di reggente Banca d’Italia presso la sede della Banca d’Italia di Napoli. È membro dell’Advisory Board Federmeccanica di Roma, membro del Gruppo Tecnico Organizzazione di Confindustria Nazionale, nonché membro della Giunta di Confindustria Napoli, di cui è anche componente del Consiglio direttivo Sezione Metalmeccanica. È componente del Consiglio direttivo Commissione Microcredito e Finanza Etica dell’Associazione Nazionale per lo Studio dei problemi del Credito di Roma. È membro della consulta femminile del Pontificio Istituto della Cultura. Impegnata nel sociale è consigliere di amministrazione della fondazione “In nome della vita Onlus”, “Casa di Tonia”, per l’accoglienza di ragazze madri e donne vittime di violenza, Curia Arcivescovile di Napoli. Vincitrice della 22ª edizione Premio Minerva Anna Mammoliti Roma, attribuito alle donne per qualità imprenditoriali. Socio Rotary Nord Napoli. Premiata con riconoscimenti Paul Harris Fellow, per il Progetto Open Innovation per il lavoro dei giovani e per la presidenza della Commissione distrettuale “Lavoro, Occupazione e Micro Credito”.
Cariche ricoperte
Vice Presidente Coelmo SpA