Menu

Primo Maggio, D’Amato alla cerimonia del Quirinale: “Accelerare sulle riforme per tornare a crescere”

“Per riprendere la strada della crescita è prioritario e ineludibile il completamento di quelle riforme sociali, economiche e istituzionali di cui da troppo tempo si dibatte.  Per questo, il processo di riforme avviato dal governo deve andare avanti senza indugi”. Lo ha dichiarato il presidente della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, Antonio D’Amato, nel suo intervento al Quirinale per la celebrazione del Primo Maggio e la consegna delle Stelle al merito ai “Maestri del lavoro”.

“La riforma del mercato del lavoro non può che essere il punto di partenza di un percorso di modernizzazione che deve continuare ora con la riforma dal fisco, della giustizia, dell’education, della pubblica amministrazione, senza dimenticare, ovviamente, le riforme istituzionali”.

Per Antonio D’Amato, “oggi, non dobbiamo solo celebrare e ringraziare chi il lavoro lo presta e chi lo crea. Dobbiamo porre l’attenzione sulle condizioni necessarie per dare una prospettiva concreta di occupazione a quanti, e in particolare alle giovani generazioni, vivono al di fuori o ai margini del mondo del lavoro”.