Menu

La Storia

Fulvio Bracco è stato un uomo che ha anticipato i tempi e ha compreso il valore della ricerca. Un articolo sulla sua storia nell'ultimo numero di "Civiltà del Lavoro".

La storia dei Cavalieri del Lavoro

Giovanni Raineri

"Una grande capacità di fare gruppo", un articolo della professoressa Cecilia Dau Novelli su Giovanni Raineri, primo Presidente della Federazione, nominato Cavaliere del Lavoro nel 1902 per il settore Agricolo

Orazio Boccia

Un estratto del libro "Storia di uno scugnizzo" (a cura di Bruno Bisogni e Roberto Race, Guida Editore), la biografia del Cavaliere del Lavoro Orazio Boccia: dalla povertà del dopoguerra alla nascita e sviluppo di un'azienda

Archivio storico

Su questo sito è possibile consultare i profili di oltre 2.500 Cavalieri del Lavoro: dati anagrafici, settori economici, storie imprenditoriali

L’Ordine al “Merito del Lavoro” fu istituito il 9 maggio 1901. Il Re, su proposta del Ministro d’Agricoltura, industria e commercio, conferiva con proprio decreto le decorazioni “al merito agrario, industriale e commerciale del lavoro” a non più di ottanta persone all’anno.
Nel corso di oltre cento anni ci sono state alcune importanti modifiche nella costituzione dell’Ordine.

1911: Vengono aggiunti nuovi titoli di benemerenza e la concessione viene estesa anche a “cittadini” che hanno acquisito “benemerenze… in paesi esteri”.

1921: La dicitura “al merito agrario, industriale e commerciale” viene modificata in “al merito del lavoro”; il numero delle nomine viene ridotto a 60.

1923: La concessione dell’onorificenza viene legata a “titoli di singolare benemerenza nazionale” e il numero di nomine viene ulteriormente ridotto.

1934: Viene definitivamente stabilito in 25 il numero delle onorificenze da conferire ogni anno.

1952: Dopo la sospensione delle nomine, avvenuta nel 1944, l’Ordine al “Merito del Lavoro” viene incardinato nelle onorificenze della nazione, con una legge del 1951. Con la stessa legge vengono aggiunti i settori “artigianato” e “attività creditizia e assicurativa”.

1986: Viene introdotta la nuova legge n. 194 che disciplina il conferimento dell’onorificenza. La procedura di selezione diventa più severa e al primo punto dei requisiti necessari viene messa la “specchiata condotta civile e sociale”. Vengono ridotti i termini di discrezionalità del Ministro e viene introdotta la concessione dell’onorificenza a cittadini stranieri che hanno operato a favore dell’economia nazionale.

La storia della Federazione

La prima riunione dei Cavalieri del Lavoro si tenne a Roma il 19 aprile 1903. L’esigenza di fondare un organo sociale che cementasse i rapporti fra gli insigniti dell’onorificenza fu ripresa nel 1911 a Torino, in occasione del primo congresso nazionale dei Cavalieri del Lavoro.

L’Associazione dei Cavalieri del Lavoro nacque ufficialmente nel dicembre 1914, in occasione del secondo congresso nazionale, a Roma. L’Associazione venne trasformata in Federazione nel 1922.

Il 23 marzo 1925, con la pubblicazione di un apposito decreto, la Federazione divenne un ente morale.