Menu

Come si diventa Cavaliere del Lavoro

Il conferimento dell’onorificenza di Cavaliere del Lavoro è disciplinato dalla legge 194 del 1986. Tutte le fasi del processo di selezione sono coordinate dal Ministro dello Sviluppo economico, che presiede il Consiglio dell’Ordine al “Merito del Lavoro”.

croce_gr

La croce e il brevetto che vengono consegnati ai nuovi Cavalieri del Lavoro dal Presidente della Repubblica.

Il Consiglio dell’Ordine è composto da 23 membri, di cui 8 designati dalla Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, uno dalla Confindustria, uno dalla Confcommercio, uno dalla Confagricoltura, uno dall’Abi e dell’Ania. Gli altri componenti sono nominati dai Ministeri interessati.

Ogni anno possono essere nominati fino a 25 Cavalieri del Lavoro, nei settori dell’agricoltura, dell’industria, del commercio, turismo e servizi, dell’artigianato e dell’attività creditizia e assicurativa.

I requisiti

I requisiti tassativamente richiesti per la concessione dell’onorificenza sono:

  • aver tenuto una specchiata condotta civile e sociale
  • aver operato in via continuativa e per almeno 20 anni con autonoma responsabilità nel settore per il quale l’onorificenza è proposta
  • aver adempiuto agli obblighi tributari nonché a quelli previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori
  • non aver svolto attività economiche e commerciali lesive dell’economia nazionale, né in Italia né all’estero.

I candidati devono inoltre dimostrare di possedere una “singolare benemerenza nazionale”. Si devono cioè essere segnalati:

  • per aver promosso un incremento notevole dell’economia del Paese
  • per aver svolto opere finalizzate all’elevazione economica e sociale dei lavoratori, contribuendo in tal modo all’eliminazione dei divari esistenti
  • per aver operato per lo sviluppo e la cooperazione e in aree e in campi di attività economicamente depressi.

Il processo di selezione

L’esame delle candidature è condotto con estremo rigore.

Il Ministro dello Sviluppo economico, tenendo conto delle risultanze istruttorie e delle votazioni del Consiglio dell’Ordine, sottopone al Presidente della Repubblica una rosa ristretta di candidati, fra quelli ritenuti idonei dal Consiglio dell’Ordine.

Il Capo dello Stato decreta ogni anno il conferimento delle 25 onorificenze in tempo utile per darne notizia in occasione della Festa della Repubblica (2 giugno).

La cerimonia al Quirinale

L’onorificenza di Cavaliere del Lavoro viene consegnata ai nominati dal Presidente della Repubblica nel corso di una solenne cerimonia che si svolge ogni anno al Quirinale nel mese di ottobre con la partecipazione delle autorità istituzionali e di tutti i Cavalieri del Lavoro.